Heavy Soul

“1959. In un mondo di lussuria giovanile ed immoralità, è difficile conservare la propria innocenza. Il dado è tratto, e la bambina diventa predatrice. Il santo, un peccatore.”

Heavy Soul è un corto prodotto, scritto, montato e diretto da Oren Shai.

Direttore della fotografia: Ryan Gould. Scenografie:Elizabeth S. Cipollina. Progetto e mix audio: Oscar Zambrano presso Zampol. Assistente in regia: Arnon Moskowitz.

Winner: The School of Visual Arts ‘Outstanding Achievement in Directing’ award for 2005.
Winner: “Best Narrative” & “Best of the Festival” Awards at the Artsfest Film Festival

Una risposta a “Heavy Soul

  1. The ability to have quick decision making is key when playing a video game.

    These games are also a great solution to improve relations within
    a corporate team. This is not a video game that gamers will want to
    play for a long period of time, because it can get physically
    painful after a while.

I commenti sono chiusi.