Saul Bass

Saul Bass è stato uno dei primi designer ad affrontare la tematica dei titoli dei film realizzandone di spettacolari anche quando non c’erano tutte le tecniche digitali di oggi.

Ecco qualche nota biografica:
Saul Bass nacque a New York nel quartiere del Bronx da un pellicciaio emigrato. Dopo aver ottenuto la borsa di studio all’Art Students College di Manhattan nel 1938, Saul Bass diventa assistente al dipartimento artistico della sede newyorchese della Warner Bros.. Nel 1944, oltre a prestare servizio all’agenzia pubblicitaria Blaine Thompson, si immatricola al Brooklyn College, una scelta decisiva per la sua formazione: infatti uno dei suoi insegnanti era un celebre designer grafico ungherese, Gyorgy Kepes, allievo di Laszlo Moholy-Nagy, che inizierà Bass al Costruttivismo e alle opere del Bauhaus.
In seguito, Bass seguirà un periodo di apprendistato presso alcuni studi di design di Manhattan, per poi diventare nel 1946 art director dell’agenzia pubblicitaria Buchanan & Co.; nel 1950 aprirà a New York il suo studio personale, Saul Bass & Associates.
Nel 1954 il regista Otto Preminger si rivolse allo studio in cui Bass lavorava per commissionargli il poster del suo film Carmen Jones: il risultato lo lasciò talmente soddisfatto da indurgli di commissionare a Bass anche i titoli di testa del film.
Alla prima collaborazione con Preminger ne seguirono altre: con Billy Wilder per i titoli di testa di Quando la moglie è in vacanza (1955), con Robert Aldrich per Il grande coltello (1955), e poi di nuovo con Preminger per L’uomo dal braccio d’oro (1955). Fu proprio quest’ultima collaborazione a renderlo noto in tutto il mondo.
Una delle sue più celebri opere fu la sequenza introduttiva per Anatomia di un omicidio, diretto sempre da Preminger nel 1959. Essa raffigurava la sagoma di un cadavere divisa in più parti (ripresa dal cartellone del film da lui stesso disegnato), che rimane intera solo per un istante, dato che i vari pezzi che la compongono iniziano a “scivolare” separatamente dentro e fuori dallo schermo, seguendo il ritmo della colonna sonora jazz scritta apposta da Duke Ellington per questa sequenza animata.
L’abilità di Bass nel riassumere un intero film in pochi minuti verrà sfruttata da altri maestri del cinema tra cui Alfred Hitchcock e Stanley Kubrick: per il primo ricordiamo le sequenze introduttive di La donna che visse due volte (1958), Intrigo internazionale (1959) e Psycho (1960), che sancirà la fine della collaborazione tra Bass e Hitchcock. Assieme a Kubrick realizzerà invece i titoli di Spartacus (1964), aiutando il regista a elaborare la composizione di alcune scene di massa del film stesso, e un poster per Shining (1980).
Dopo un periodo di pausa, Bass realizza le sequenze introduttive di Dentro la notizia (1987) e Big (1988), per poi instaurare un sodalizio professionale con Martin Scorsese, che gli commissionerà i titoli di testa di Quei bravi ragazzi (1990), L’età dell’innocenza (1993) e Casinò (1995), oltre che il poster per Cape Fear – Il promontorio della paura (1991).
Saul Bass ha collaborato anche con Steven Spielberg (poster di Schindler’s List,1993) e ha realizzato i poster pubblicitari per le cerimonie degli Oscar dal 1991 al 1996, anno in cui morirà.