Michel Gondry e la circolarità temporale

Oggi vorrei presentarvi uno dei più grandi video maker, Michel Gondry: i suoi lavori sono caratterizzati da genialità e tecnica sopraffina. La sua arte si esprime sempre nella circolarità delle situazioni, come si può notare dai video seguenti.

Gondry nasce a Versailles, Francia, e si appassiona da subito alla musica pop. Si trasferisce a Parigi ed inizia la sua carriera di musicista nel gruppo francese Oui Oui, come batterista. Il gruppo realizza due album e diversi singoli, e Gondry realizza i relativi videoclip promozionali, fino al 1992, anno dello scioglimento della band. Uno dei video diretti dal regista passa su MTV e viene notato da Björk, che gli chiede di dirigere il video di “Human Behaviour”.

La collaborazione con la cantante islandese prosegue a lungo, dando vita a sei video, mentre Gondry inizia a lavorare anche con artisti del calibro di Rolling Stones, The White Stripes,Chemical Brothers, Foo Fighters, Massive Attack, Kylie Minogue, Daft Punk, Lenny Kravitz e Radiohead, dirigendo, inoltre, acclamati e celebri spot pubblicitari, come quelli per la Levi’s (lo spot Drugstore del 1994 si aggiudica una Palma d’Oro al Festival di Cannes), la vodka Smirnoff e la Gap.

Gondry è spesso citato insieme ai registi Spike Jonze e David Fincher come rappresentanti della grande influenza dello stile dei videoclip nel mondo del cinema. Il suo primo lavoro in questo campo è il cortometraggio La lettera (1998).

Nel 2001 approda sul grande schermo con il lungometraggio Human Nature, nel quale conserva tutte le caratteristiche creative e visive dimostrate nei lavori precedenti, il grande successo arriva nel 2004 grazie a Se mi lasci ti cancello, con Jim Carrey e Kate Winslet, scritto insieme all’amico sceneggiatore Charlie Kaufman, nel quale concentra tutto il talento visivo e rivoluzionario del suo stile. Il film gli vale un Oscar 2005 per la miglior sceneggiatura originale, su 2 nomination ricevute (alle quali vanno aggiunte 4 candidature ai Golden Globe).

Nel 2006 esce il suo lavoro successivo, L’arte del sogno, con Gael García Bernal e Charlotte Gainsbourg. Nel 2008 è la volta di Be Kind Rewind, con Jack Black, Mos Def, Danny Glover e Mia Farrow.

Ecco un video di Kelly Minogue

ed ecco il making of

ed ecco un video dei Chemical Brothers

5 risposte a “Michel Gondry e la circolarità temporale

  1. bèh che dire, per questo è un uomo da idolatrare….
    spero che abbiate visto Bekind rewind…. se non lo avete fatto… FATELO!!!
    la quinta essenza della genialità… ti fà capire quanto un idea possa superare tutte le barriere tecnologiche!!!

  2. Mi piace in particolar modo il Video dei Chemical Brothers. A tempo di musica appaiono le cose…come idea è davvero bella.

    Albanera, ci arriveremo, ci arriveremo…Ci dobbiamo arrivare!

I commenti sono chiusi.