Software per postproduzione e compositing video

postI software per la post produzione sono altamente specializzati e complicati da utilizzare, richiedono anni di utilizzo per poter sfruttare a pieno tutte le caratteristiche.

I più utilizzati sono:

  • Autodesk Inferno
  • Autodesk Flint
  • Autodesk Smoke
  • Autodesk Flame
  • Apple Shake
  • Autodesk Combustion
  • Adobe After Effects
  • Apple Motion

INFERNO: è un sistema high-end per la creazione di effetti visivi, originariamente prodotto da Discreet e poi acquistato da Autodesk.
È utilizzato principalmente per l’alta velocità, compositing ed effetti sul film e spot televisivi. In passato, Inferno era eseguito su workstation SGI. Le sue prestazioni sono veloci e minimi i tempi di rendering, i sistemi Inferno hanno un prezzo tra mezzo milione e un milione di dollari (USD). Ora la sua tecnologia si è spostata su piattaforma Linux per sfruttarne a pieno le sue caratteristiche a 64 bit. E’ sicuramente il top.

FLINT e SMOKE: sono sistemi derivati da Inferno.

FLAME: il fratellino di Inferno. Come i precedenti gira sotto sistemi Linux. in un post precedente trovate tutte le caratteristiche della nuova versione.

Questa è l’interfaccia.

inferno

SHAKE: è un software di compositing utilizzato in post-produzione. Shake è utilizzato in effetti visivi e digitali di compositing per film, spot e HD. Esso consente l’elaborazione di immagini complesse ed utilizza un workflow strutturato attraverso dei “nodi”, come anche i software precedenti. Questo tipo di interfaccia di compositing permette una grande flessibilità, compresa la capacità di modificare i parametri di una precedente fase di elaborazione delle immagini anche durante la visualizzazione finale del composito. Anche Shake è nato su Linux ma adesso la Apple lo ha portato sotto MacOs.
Shake è stato utilizzato in questi film:
Il Signore degli Anelli, King Kong, Harry Potter, Cloverfield.
Shake è stato utilizzato da Broadway Video per ripristinare il rilascio di “Sabato Night Live: The Complete First Season” DVD box set. E ‘anche in uso dalla CBS Digital per la creazione di nuovi effetti visivi di Star Trek Remastered.
Altre importanti produzioni comprendono
la Guerra dei mondi, Star Wars Episodio III: La vendetta dei Sith, Fantastic 4, Mission Impossible 3, Poseidon, The Incredibles, Hulk, Doctor Who, The Dark Knight e Pirati dei Caraibi 2.
Shake è utilizzato anche per la post-produzione video, ma in questo campo Flint, Flame e Inferno sono di solito più utilizzati.

Questa è l’interfaccia di Shake
shake

COMBUSTION: è un programma per motion graphics, compositing ed effetti visivi. È simile a Adobe After Effects, ma ha anche una parte dell’interfaccia che funziona a nodi come i fratelli maggiori.

Questa è l’interfaccia di Combustion.

combustion2008

AFTER EFFECTS: è il programma più utilizzato e di cui si trovano più tutorial in rete, ma rispetto agli altri presentati prima, è quello meno professionale all’interno di una produzione di alto livello. Sicuramente, insieme a Motion, il più facile da utilizzare e che può dare numerose soddisfazioni in ambito di progetti indipendenti.

L’interfaccia di After Effects
after

MOTION: software recente delle Apple per fare concorrenza ad After Effects. Ha pregi e difetti rispetto al suo concorrente: lavora in tempo reale, ha molti effetti di base senza usare plugin ma le telecamere al suo interno sono ancora non al livello di After Effects.

Ed ecco quella di Motion
motion

Per concludere possiamo divedere i programmi in base all’utilizzo: per motion graphics si utilizza Combustion, After Effects e Motion mente per il compositing si utilizza: Shake, mentre per l’effettistica speciale Inferno, Flame, Flint, Smoke e anche Shake può essere utilizzato a questo scopo. Fermo restando che con Inferno si può fare tutto.

AGGIORNAMENTO

a questi link potrete trovare degli aggiornamenti sull’articolo e sui software, buona lettura.

https://lafrontierascomparsa.wordpress.com/2010/05/20/software-per-compositing-eyeon-fusion-e-the-foundry-nuke/

https://lafrontierascomparsa.wordpress.com/2010/04/22/software-per-il-compositing-e-la-post-produzione/

5 risposte a “Software per postproduzione e compositing video

  1. Volevo sottolineare che Inferno è anche il software più costoso di tutti i tempi informatici…

    AFTER EFFECTS RULES!!

    Mitico Sergio!
    Grazie per l’articolo!

  2. Sarebbe meraviglioso un programma che sapesse far bene tutto, dal montaggio alla motion graphic fino alla sonorizzazione.
    After Effects tra i tanti mi sembra quello più completo…

I commenti sono chiusi.